153 aziende di giardinaggio
PREVENTIVI GIARDINAGGIO GRATIS
timer
Risparmia fino al 40% in 1 minuto
Gratis, no obblighi Aziende fidate

Potatura alberi da frutto

La potatura degli alberi da frutto è fondamentale per permettere alle piante di crescere in maniera vigorosa e aumentare il raccolto. Come procedere in maniera corretta e quali sono i costi?

potatura alberi da frutto

Diamo uno sguardo ai prezzi

La potatura degli alberi da frutto è un’operazione complessa, da eseguire con tecniche specifiche che variano a seconda della specie. Soprattutto all’inizio è consigliabile affidarsi a giardinieri professionisti, per essere sicuri di non danneggiare le piante. Quanto costa questo intervento? Nella tabella seguente potrai trovare qualche esempio per orientarti tra i diversi prezzi.

Tipo di potaturaAltezzaPrezzo
Formazione - allevamentofino a 2 metri25 €
2 - 5 metri50 €
Risanamentofino a 5 metri70 €
5 - 12 metri150 €

Per effettuare la potatura dei tuoi alberi da frutto nella maniera corretta, contatta i nostri esperti. Compila la scheda presente sul nostro sito web selezionando la voce “potatura alberi” e indicando il tuo CAP. Riceverai entro massimo un giorno lavorativo fino a 5 preventivi dalle nostre aziende. Potrai scegliere quella più conveniente e più adatta alle tue esigenze.

Quali sono le tipologie di potatura?

Per garantire una produzione costante, è necessario permettere agli alberi di rinnovare il loro apparato vegetativo, regolando le radici e asportando una parte dei rami. Prima di potare una pianta da frutto è fondamentale conoscere la sua natura e fisiologia, perché ognuna cresce e ha una produzione diversa.
Come per le altre piante, infatti, anche per quelle da frutto si possono distinguere diversi tipi di interventi e tecniche, quelle principali sono le seguenti.

Potatura di formazione

Per gli esemplari giovani, si utilizza la potatura di formazione o di allevamento. Serve per far crescere la pianta in maniera equilibrata, con rami robusti e ben distanziati tra loro, in modo che la luce penetri in profondità e ci sia una produzione uniforme di frutti.
Ne esistono diverse tipologie, quelle principali sono:

  • a fuso libero: adatta soprattutto al pero perché riprende il suo vegetare spontaneo;
  • a cordoni: utilizzata per piante su portinnesti deboli;
  • a ventaglio: specifica per pesco e prunoidi.

Potatura di produzione

Questa potatura, invece, ha come obiettivo principale la gestione e il miglioramento della produzione fruttifera, dal punto di vista qualitativo e quantitativo, senza sacrificare la vegetazione della pianta.

Potatura secca

La potatura secca invece è eseguita durante il riposo invernale, per equilibrare il rapporto tra la linfa e il numero di gemme presenti. In questo modo le poche rimanenti avere a disposizione molta linfa e produrranno germogli vigorosi e frutti migliori.

Potatura verde

La potatura verde o estiva, eseguita durante il periodo di crescita della pianta, è particolarmente adatta a specie come il pesco. Serve per ridurre il numero dei tagli da effettuare in inverno, quando la cicatrizzazione è più difficile.

Tipologie di taglio

Anche i tagli sono di diverso tipo. La spuntatura è quella che viene effettuata a pochi centimetri dall’apice, quelli di raccorciamento intervengono nella parte centrale del ramo. Con la speronatura, invece, si taglia vicino alla base, lasciando solamente poche gemme per stimolare la vegetazione.
Infine, il taglio di ritorno indica la rimozione dell’apice di una branca al di sopra di una ramificazione laterale.

potatura alberi da frutto

In quale periodo per effettuare la potatura?

In genere la potatura di produzione viene effettuata d’inverno, sfruttando il periodo di riposo vegetativo della pianta, ma le tempistiche variano a seconda della specie. Ogni anno è necessario intervenire una o due volte per il corretto mantenimento della chioma. Vediamo quale calendario seguire:

  • Gennaio: melo, pero, lampone, ribes e kiwi;
  • Febbraio: albicocco, susino e vite;
  • Marzo: agrumi dopo la raccolta, pesco e vite;
  • Aprile: potare i rami danneggiati dal freddo invernale di tutte le piante;
  • Maggio: potare solo i rami esterni per mantenere la struttura della pianta (pesco e susino);
  • Giugno: ribes bianco e uvaspina;
  • Luglio – agosto: potatura post raccolto per eliminare i rami secchi e le parti morte;
  • Settembre: potatura post raccolto;
  • Ottobre: piante da frutto arbustive;
  • Novembre – dicembre: melo, pero, albicocco e susino.

Attrezzi necessari

Per i rami più sottili bastano le forbici da giardino, per quelli con un diametro di massimo 3 cm è meglio utilizzare le cesoie, se superiore ai 3 cm, un seghetto. Se i rami non sono raggiungibili da terra, invece, basta utilizzare uno svettatoio. Si tratta di un particolare tipo di cesoie con manico telescopico specifico.

La gestione dei residui

Dopo la potatura si ottiene un accumulo di rami, che possono essere utilizzati per stufe o camini, oppure essere riciclati con il compost.
I professionisti si occupano anche di smaltirli in maniera corretta, nei centri di raccolta specifici, ma spesso vengono anche raccolti a domicilio dal comune.

Vantaggi di una potatura corretta

La potatura fatta come si deve consiste nel sfoltire la chioma nelle parti più fitte, in modo da eliminare rami e ramoscelli secchi e permettere alla chioma di ricevere più luce.
Il taglio deve essere netto e preciso e in prossimità del tronco. Se è scorretto, può danneggiare la pianta, perché non permette una corretta cicatrizzazione.

potatura alberi da frutto

Perché effettuarla?

La domanda che sorge spontanea è perché effettuare una potatura degli alberi da frutto, se le piante in natura si regolano da sole? Questa considerazione non vale per le piante da frutto. Lo scopo naturale della fruttificazione non è produrre una buona quantità (e qualità) di frutti con costanza, ma semplicemente permettere alla specie di riprodursi. Per avere un raccolto ricco, è quindi necessario curare la pianta ed effettuare con regolarità questi interventi.

Ricapitolando, quali sono i vantaggi della potatura professionale?

  • i rami secchi vengono eliminati per dare spazio a quelli nuovi;
  • l’albero riceve più luce e i frutti saranno più gustosi;
  • la coltivazione e cura della pianta sarà più facile;
  • gli alberi saranno più robusti e vitali;
  • il ricambio d’aria è maggiore perché si ottiene una minore densità di rami e fogliame. Il rischio che la pianta contragga una malattia fungina è minore.

Contatta i nostri esperti e risparmia fino al 40% sul costo della potatura

Se sei alle prime armi o non hai gli attrezzi adatti, rivolgiti ai nostri esperti che si prenderanno cura dei tuoi alberi da frutto. In questo modo avrai un risultato ottimale, con un minimo sforzo. Compila la scheda presente sul nostro sito indicando il CAP e selezionando la voce “potatura alberi”. Riceverai fino a 5 preventivi dai professionisti del settore in massimo un giorno lavorativo.
Confrontali, direttamente da casa tua, e seleziona la proposta più conveniente e adatta alle tue esigenze. Comparando i prezzi avrai un’idea più chiara di quanto dovrai spendere e risparmierai fino al 40% sul costo finale.

Potatura alberi da frutto
Vota questo articolo