153 aziende di giardinaggio

PREVENTIVI GIARDINAGGIO GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Erba sintetica

Ti piacerebbe avere uno spazio verde ma, per vari motivi, il prato naturale non ti convince? L’erba sintetica è la soluzione perfetta per te. Quali caratteristiche considerare per scegliere quella adatta al prezzo più conveniente?

erba sintetica

Di che cosa si tratta e quanto costa

L’erba sintetica, chiamata anche erba artificiale o prato sintetico, è una pavimentazione realizzata in materiale plastico che ricrea questo elemento naturale.
Inizialmente, veniva utilizzata solamente per campi sportivi, da calcio, calcetto e tennis ma, il suo utilizzo è stato esteso anche agli spazi privati.
Ecco quali sono, mediamente, i prezzi della posa dell’erba sintetica:

SpessorePrezzo
6 mm7 - 10 €/m²
10 - 12 mm12 - 15 €/m

Vuoi sapere con più precisione quanto costerà il tuo progetto? Compila la scheda presente sul nostro sito, indicando il tuo indirizzo e selezionando la voce “posa in opera prato sintetico”. Riceverai in massimo 24 ore fino a 5 preventivi da esperti del settore e, confrontandoli, potrai decidere quale fa al caso tuoÈ un servizio gratuito e senza nessun obbligo.

Da che cosa dipendono i prezzi?

Come emerge dalla tabella, il costo dell’erba sintetica dipende soprattutto dallo spessore. Per il giardino generalmente si opta per 50 – 60 mm. In questo modo sarà più resistente e si conserverà più a lungo, mentre per terrazze o balconi può essere utilizzato anche uno inferiore, intorno a 8 – 10 mm.
Incidono sul prezzo, però, anche la tipologia di prato che sceglierai e i materiali con cui sarà realizzato. La durata dell’erba sintetica dipende dalla latitudine e dall’incidenza del sole. In Italia è intorno ai 7 – 8 anni, a seconda dell’intensità dei raggi a cui è sottoposta.

Quali variabili considerare nella scelta dell’erba sintetica?

L’obiettivo finale è avere un prato che sembri il più naturale possibile e si mantenga a lungo, senza dimenticare la convenienza. In genere, investire di più all’inizio garantisce un risultato migliore nel lungo termine, limitando gli interventi di manutenzione o di risanamento successivi. In relazione a questo, vediamo insieme quali sono le caratteristiche importanti per la scelta dell’erba sintetica. L’aiuto degli esperti e la possibilità di fare affidamento sulla loro professionalità, farà sicuramente la differenza. In caso di dubbio, chiedi un loro parere.
Le tipologie di prato finto presenti in commercio sono molte ed eterogenee. Queste si differenziano per una serie di aspetti che variano dalla lunghezza dei fili, al colore e alla loro densità. Da non dimenticare anche il tipo di substrato utilizzato nel manto e gli effetti particolari, come la riproduzione delle sfumature  o l’accostamento di più tonalità, per un risultato ancora più realistico.

Tipologie di erba sintetica

Si tratta ormai di un mercato in crescita, con molta possibilità di scelta. Le tre varianti più diffuse sono:

  • moquette: è quella con lo spessore più basso e adatta solamente ad interni, a superfici come il tavolo da biliardo oppure una parete verticale, sicuramente da escludere per un giardino;
  • stuoie: possono essere divise in quelle a telo basso e quelle con un manto di circa 14 mm. Queste ultime hanno una resa estetica migliore, ma in entrambi i casi sono adatte soprattutto a terrazze e balconi;
  • professionale: presentano una radice fatta in paglia ancorata alla superficie sottostante, in terriccio o altro materiale. I fili sono generalmente rivestiti in polipropilene, sono più lunghi e riproducono in maniera realistica il manto erboso naturale.

erba sintetica

Quando è necessario il substrato

La presenza del substrato, ovvero di una sorta di base di rinforzo che si trova tra il suolo e l’erba, è necessaria quando ci sono molti fili in uno spazio ridotto. C’è il rischio, infatti, che questi tendano ad appiattirsi per il peso e la presenza di un sostegno maggiore evita questo problema.

I materiali

I filamenti di erba sintetica sono formati da fibre tessile, ricoperte da un composto in lattice asciugato in modo tale che aderisca alla perfezione.  Per quest’ultimo strato, i componenti più utilizzati sono:

  • polipropilene: ha un costo ridotto e permette di ottenere un risultato finale simile al manto erboso molto basso, chiamato “a radice”. La resa estetica non è perfetta, ma ha una buona durata e una grande resistenza ai raggi solari;
  • polietilene: si conserva più a lungo ed è di qualità maggiore. Permette di ricreare una maggiore morbidezza ed elasticità. La posa di questa tipologia di erba sintetica dovrà essere tramite intaso a radice, per permettere ai fili di rimanere diritti anche se sottoposti ad un calpestio continuo;
  • poliammide o nylon: è il più resistente ma anche il più costoso, per cui è consigliabile solamente per spazi grandi sfruttati intensamente, come i campi sportivi.

La posa dell’erba sintetica

È molto importante che questo passaggio venga eseguito da un professionista, in modo che l’erba sintetica sia posizionata in maniera corretta e il terreno sia ben livellato. Ci sono due tecniche principali, che si differenziano per la tipologia di intaso, ovvero una sorta di contrappeso di sabbia che permette al manto di essere sempre ben distribuito e rende più realistico l’effetto.

  • quelli con radice a intaso: devono essere posti su un terreno scavato e correttamente livellato, in modo che la radice riempia lo scavo;
  • quelli a riempimento: devono prevedere uno scavo con materiali appositi (sabbia o miscele e opportuni materiali sintetici).

In linea generale, i prezzi del prato sintetico variano da 10 a 80 €, a seconda della tipologia da te scelta e della eventuale preparazione del terreno. Per conoscere nel dettaglio il costo, richiedi un preventivo dettagliato ai professionisti del settore.

Vantaggi e svantaggi dell’erba sintetica

Ogni situazione deve essere valutata in maniera autonoma e dettagliata sulla base delle condizioni ambientali, della disponibilità e delle tue preferenze. I seguenti pro e contro ti aiuteranno a capire se l’erba sintetica fa per te.

erba sintetica

Vantaggi

  • adattabilità: può essere posizionata in qualsiasi superficie o terrazzo e sarà comunque un valore aggiunto alla tua casa;
  • manutenzione ridotta: pulizia semplice ed immediata utilizzando l’acqua ed eventuali detergenti, nel caso sia presente un animale;
  • cura quotidiana:non sarà necessario bagnare o tagliare il prato regolarmente;
  • dopo la pioggia non si creano zone fangose o allagamenti.

Svantaggi

  • scoloritura: controlla che ci sia una garanzia contro il danneggiamento dei raggi del sole;
  • appiattimento, schiacciamento e perdita di flessibilità: anche da questo punto di vista la qualità dell’erba sintetica è fondamentale e deve essere progettata anche per fronteggiare condizioni di notevole usura. Sono sconsigliate, infatti, le tipologie a filo piatto che resistono meno allo schiacciamento;
  • surriscaldamento eccessivo: può essere evitato facilmente spruzzando l’acqua;
  • zolle non uniformi: sono dovute ad una posa non effettuata a regola d’arte;
  • tossicità: l’erba sintetica non è mai tossica, ad eccezione di quelle soluzioni che utilizzano la base in gomma, ricavata da vecchi pneumatici. In caso di dubbio, assicurati che soddisfino le norme europee di sicurezza.

Richiedi un preventivo per la tua erba sintetica

Ora che hai tutte le informazioni necessarie, non ti resta che rivolgerti ai professionisti Che cosa aspetti? Compila la scheda presente sul nostro sito e riceverai in massimo un giorno lavorativo fino a 5 preventivi per il tuo giardino. Non dovrai far altro che scegliere l’erba sintetica più adatta alle tue esigenze e realizzare il tuo spazio verde. Il servizio è gratuito e non vincolante e ti consentirà di risparmiare fino al 40% sulla posa della tua erba sintetica.

 

Erba sintetica
5 (100%) 1 vote