153 aziende di giardinaggio

PREVENTIVI GIARDINAGGIO GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Giardini fioriti

I giardini fioriti rappresentano un vero e proprio stile a parte,  con famosi esempi in tutto il mondo. In questo articolo trovi i prezzi  per realizzarne uno per la tua casa, qualche indicazione sulla progettazione e i consigli degli esperti.

giardini fioriti

Quali sono i prezzi?

Il primo fattore da considerare è il costo necessario per una buona progettazione, valide materie prime e un risultato soddisfacente. Nella tabella di seguito, puoi trovare un’indicazione di massima:

Voci da considerarePrezzi
Progettazione160 - 230 €
Manodopera20 - 30 €/h
Fiori3 - 50 €
Realizzazione3.000 - 10.000 €

I prezzi sono molto difficili da prevedere perché dipendono da fattori variabili, tra cui la tipologia di fiori che scegli o la grandezza del tuo giardino. Per un preventivo più specifico, puoi rivolgerti direttamente ai professionisti, tramite la scheda presente sul nostro sito. Indica il tuo CAP e il tipo di progetto che vuoi realizzare e riceverai fino a 5 offerte, in massimo un giorno lavorativo. Il servizio è totalmente gratuito e senza nessun vincolo. In questo modo, potrai scegliere l’alternativa più conveniente e risparmiare fino al 40% sul costo finale.

Quali sono le caratteristiche dei giardini fioriti?

Sono concepiti per avere una funzione estetica e ornamentale, adattabili a spazi ampi ma anche a terrazze o balconi. Si differenziano da quelli con i fiori di campo, questi ultimi, invece, crescono in maniera più naturale e spontanea insieme ai fili d’erba e altre piantine.
I giardini fioriti sono più strutturati e pensati intorno ad uno stile specifico, che può essere:

  •  giapponese: ci sono aziende che si occupano in esclusiva di questa tipologia con fiori adatti, laghetti e i tipici giochi prospettici;
  • all’italiana: caratterizzati da aiuole molto geometriche e dallo stile classico;
  • all’inglese: curati in ogni dettaglio con forme più sinuose e zone d’ombra create con alberi secolari.

Come avviene una progettazione corretta?

Il primo passo è conoscere bene l’area in cui vuoi piantare i tuoi fiori, analizzando il terreno, il clima e la luce. I giardinieri esperti si concentrano anche sulle caratteristiche del suolo, in particolare sul pH per identificare i fiori che potrebbero crescere meglio in quella zona. Da tenere in considerazione anche il periodo in cui avverranno le gelate, perché influenza la semina, che deve essere fatta 4 o 6 settimane prima.

giardini fioriti

Altri aspetti:

Valuta anche la zona che riceve più sole ed evitare i punti in cui il terreno è roccioso e poco profondo. È obbligatorio, inoltre, mantenersi ad almeno 90 cm da cancelli e staccionate. Le ditte di giardinaggio, solitamente, effettuano un primo sopralluogo per reperire tutte queste informazioni necessarie per il progetto.

Quali fiori scegliere?

Una volta individuato lo stile che vorrai dare al tuo giardino e le sue caratteristiche, scegli una gamma di colori che ti permettano di rendere uniforme tutta l’area per i fiori da giardino. Ci sono diverse possibilità: puoi utilizzare variazioni della stessa tonalità oppure accostare quelle complementari.
I paesaggisti considerano anche l’effetto in relazione alla luce: i colori più caldi sono ottimi durante le “ore d’oro”, all’alba o al tramonto ma senza il colore complementari l’effetto sarebbe piatto. Dal momento che i fiori sbocciano in diverse stagioni, è sicuramente utile scegliere più  varietà, per avere una fioritura tutto l’anno. In particolare, l’ideale sarebbe optare per un insieme di piante, che fioriscono velocemente ma non sopravvivono più di una stagione, in alternanza con quelle biennali. Scegli quelle a lunga fioritura e a basso mantenimento, soprattutto se sei alla tua prima esperienza con il giardinaggio.
Puoi completare il tuo giardino inserendo un piccolo orto, alberi da frutta, se hai spazio, e decorazioni, magari fai da te. Per finire, non ti dimenticare delle luci, in questo modo potrai sfruttare lo spazio anche alla sera.

Inizia da aiuole e bordure

Anche se hai molto spazio a disposizione, inizia a gestire una piccola area dove potrai collocare un’aiuola o il perimetro del giardino con le bordure.
Queste ultime sono file di piantine con fiori colorati e profumati, poste ai piedi di una parete o di un cancello, da scegliere a seconda del terreno, del clima e dei colori.
Le bordure sono di due tipi: quelle medie raggiungono al massimo i 30 – 40 centimetri di altezza e si possono utilizzare garofani, calendule, petunie, che hanno un portamento più slanciato. Quelle nane, invece, sono definite anche tappezzanti perché non superano i 15 cm di altezza e servono a ricoprire parti di terreno che altrimenti rimarrebbero vuote.

Quali sono i passaggi successivi?

Una volta avviata la progettazione, è necessario preparare il terreno con il disossamento (rimozione delle zolle erbose), livellamento e preparazione del terriccio.
Solamente a questo punto è possibile mettere a dimora i semi. Per ridurre il tempo di fioritura gli esperti utilizzano specifiche tecniche di pacciamatura o alternano piante complementari.

giardini fioriti

I consigli dei progettisti

Ecco i consigli dai nostri esperti:

  • richiedi un progetto che includa un’immagine visuale, che sia uno schizzo o realizzata con appositi programmi;
  • scegli per prima cosa la tipologia di giardino fiorito che vuoi: all’inglese, italiano o giapponese;
  •  parti da una piccola area, che potrai ampliare in un secondo momento;
  • parti dalla forma dei fiori in modo da creare una combinazione dinamica;
  • ripeti forme e colori in modo da trasmettere un senso di calma e unità;
  • non pensare alle piante singolarmente ma in combinazione tra loro, tenendo sempre presente l’effetto finale;
  • pensa anche alle fragranze e alla dinamicità del tuo giardino;
  • utilizza semi organici standard e non ibridi, se invece segli la piantumazione opta per elementi non in fiore ma ancora con il germoglio;
  • pianta i fiori in modo che siano vicini tra loro, per ridurre la crescita di erbacce e aumenta il numero di fiori prodotti;
  • per massimizzare la resa delimita la zona destinata ai fiori con sassi appositi, soprattutto quando non sono ancora germogliati, per evitare di calpestare;
  • metti un arbusto al centro dell’area per dare un senso di verticalità e circolarità della struttura

Le piante presenti in natura sono moltissime, dato che i fiori possono nascere da alberi ornamentali, cespugli e rampicanti. Fatti guidare dal tuo gusto personale e dai consigli dei professionisti.

Come curare un giardino fiorito?

Una volta terminata la messa in posa, dovrai fare particolare attenzione alla concimazione nei periodi di fioritura, che varia a seconda della specie da te scelta.
Il substrato del terreno, deve essere fertile, leggero e ben drenato, in particolare durante la stagione calda: un sistema di irrigazione può fare al caso tuo.

Ora che hai tutte le informazioni realizza subito il tuo giardino fiorito

Affidati ai professionisti per avere un’ottima fioritura in primavera. Mettersi in contatto con loro è molto semplice, basta compilare la scheda presente sul nostro sito, indicando il tuo CAP e il tipo di progetto che vuoi realizzare. Riceverai in massimo un giorno lavorativo fino a 5 preventivi da diverse aziende, potrai confrontarle e scegliere l’offerta che più ti conviene. In questo modo risparmierai fino al 40% sul costo finale del tuo progetto.

Giardini fioriti
Vota questo articolo