153 aziende di giardinaggio

PREVENTIVI GIARDINAGGIO GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Semina prato

Vuoi realizzare un prato verde e rigoglioso in giardino? La semina è il lavoro di giardinaggio più soddisfacente. Continua a leggere per sapere come e quando seminare il prato e per consigli utili su come risparmiare.

semina prato

Quanto costa seminare il prato?

La semina del prato è un lavoro che ha un costo iniziale molto basso. Tuttavia, è importante effettuarlo nel modo giusto e, successivamente, procedere alla corretta cura del manto erboso. Nella seguente tabella troverai i prezzi medi per farti un’idea di quanto verrà a costare il tuo prato.

InterventoPrezzi indicativi
Preparazione del terreno10 - 18 € al mᒾ
Semina (inclusa manodopera)4 - 9 € al mᒾ
Manutenzione 2 - 3 € al mᒾ

Per conoscere il costo esatto del tuo progetto, consulta i giardinieri esperti della tua zona. Ricevi fino a 5 preventivi gratuiti e senza obblighi in sole 24 ore. Basta inserire il tuo codice postale nella scheda e compilare i campi necessari indicando i dettagli del tuo progetto. Confronta le offerte e inizia subito i lavori. Risparmierai fino al 40% sul costo finale della semina del tuo prato.

Come seminare il prato?

Il prato è l’elemento più delicato in un giardino. Per realizzarlo nel modo migliore e far sì che sia uniforme, bisogna effettuare i seguenti passaggi con cura:

  • preparazione del terreno;
  • posa dei semi;
  • innaffiatura.

Il terreno ideale per la semina

Prima di iniziare la realizzazione del prato vera e propria, assicurati che il terreno sia adatto alla sua crescita. Vanno eliminate le irregolarità della superficie, livellandola, rendendola uniforme e rimuovendo le erbacce. Si procede quindi alla zappatura per rendere il terreno morbido e friabile.
Assicurati che l’area in cui verrà seminato il prato sia ad alto contenuto di fosforo, azoto e potassio: questa sarà il luogo ideale per la sua crescita.
Spesso si consiglia di spargere del terriccio, appositamente pensato per il prato, e lasciar riposare l’area per una settimana.

La semina del prato e l’innaffiatura

Una volta effettuato il primo passaggio si può proseguire con la semina del prato. Questa può essere effettuata a mano o con una seminatrice, a seconda dell’estensione dell’area da coprire. Per realizzare un prato è importante calcolare la giusta quantità di semi da utilizzare. Solitamente, per un’area di 25 metri quadri, ne occorre circa 1 kg. Spesso però non è facile procedere alla loro distribuzione in modo non uniforme: uno dei metodi più comuni per evitare questo consiste nel mescolarli a una quantità uguale di sabbia e procedere in seguito alla semina.
Infine, l’ultimo e importante intervento consiste nel innaffiare l’area e mantenerla umida per circa tre settimane, fino a quando l’erba sarà cresciuta.

semina prato

Come scegliere la giusta tipologia di sementi?

Per scegliere i semi giusti per il prato del tuo giardino tieni in considerazione diversi fattori. La posizione geografica e l’esposizione al sole sono quelli più che hanno maggiore importanza nella riuscita del prato. L’estetica vuole anche la sua parte: si possono scegliere colorazioni e dimensioni di erba diversi. Se vuoi sfruttare molto il prato, fai attenzione alla resistenza del manto erboso: deve resistere al calpestio senza che si creino delle irregolarità.
In mercato esistono diverse tipologie di sementi. Quelle più comuni sono la poa pratensis, la più resistente alle condizioni atmosferiche, la iolium e la festuca, che invece hanno bisogno di un clima mite. Per selezionare quella più adatta al tuo giardino, chiedi ad un professionista.

Quando procedere alla semina del prato?

Per realizzare un prato di ottima qualità, è importante che la semina avviene nel momento più adatto, che varia a seconda delle temperature dell’area in cui vivi. In generale, sono due i periodi ideali: la primavera e l’autunno.
Nei mesi di marzo e aprile, le condizioni sono ottimali. È importante, tuttavia, che il suolo abbia una temperatura al di sopra dei 10 gradi: se è troppo freddo, infatti, non avviene la germinazione e la crescita del seme. In questo periodo è importante insistere sul diserbo prima di iniziare la semina, in modo da limitare l’arrivo delle infestanti. Fai particolare attenzione a questo soprattutto se ritardi la formazione del prato a maggio o giugno.
In autunno è meglio scegliere i mesi di settembre e ottobre, perché il terreno è caldo ma la temperatura esterna sarà abbastanza fresca da evitare la comparsa di erbe o insetti infestanti o funghi che danneggiano l’erba. In ogni caso, bisogna accertarsi che il prato sia già formato prima dell’arrivo dell’inverno.

Perché affidarsi ad un giardiniere?

Per i lavori di giardinaggio, soprattutto per la semina del prato, contatta un esperto e chiedi la sua assistenza durante tutto il processo. In questo modo, avrai la certezza di ottenere i risultati che ti aspetti ed evitare problemi, come una crescita diradata dell’erba. Il giardiniere avrà le conoscenze e gli attrezzi adatti per svolgere il lavoro nel modo corretto e nel minor tempo possibile.

semina prato

Compila la nostra scheda e risparmia fino al 40%

Adesso che hai tutte le informazioni necessarie sulla semina del prato, non ti resta che iniziare il progetto per il tuo giardino. Compila la scheda con il tuo codice postale e riceverai fino a 5 preventivi, personalizzati e gratuiti, comodamente a casa. Confronta le offerte e scegli l’esperto più vicino a te. Il servizio è senza obblighi e ti permette di risparmiare fino al 40% sul costo finale della semina del prato.