153 aziende di giardinaggio

PREVENTIVI GIARDINAGGIO GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Impianto irrigazione giardino costo

Installare un impianto di irrigazione rappresenta un costo che può spaventare, ma grazie ai nostri professionisti potrai risparmiare e ottenere un risultato perfetto per le tue esigenze. Scopri come scegliere l’alternativa giusta e che vantaggi porterà al tuo giardino.

impianto irrigazione giardino costo

Quanto costa un impianto di irrigazione?

Il primo elemento da prendere in considerazione è il prezzo, per poter preventivare un budget indicativo. Nella tabella trovi nel dettaglio il costo dei singoli elementi, a cui dovrai aggiungere anche le spese per la progettazione e l’installazione. In genere, si parla di circa 10 – 12 €/m², tutto compreso.

ElementiCosto
Elettrovalvola20 - 30 € cad.
Irrigatori 5 € cad.
Centralina 100 - 200 €
Tubi 100 - 200 €
Raccordi e pozzetti25 - 30 €

Vuoi avere un’idea più precisa sul costo del tuo impianto di irrigazione? Chiedi direttamente ai professionisti e confronta le diverse offerte. Indica il tuo CAP nella scheda presente sul nostro sito e seleziona la voce “installazione sistema di irrigazione”. Riceverai, in massimo un giorno lavorativo, fino a 5 preventivi dai nostri esperti. È un servizio gratuito e non vincolante che ti permetterà di risparmiare fino al 40% sul costo finale.

Quali variabili influenzano il costo?

Il budget per la realizzazione di un impianto di irrigazione viene suddiviso generalmente in tre parti:

  1. progettazione tecnica: analisi del bisogno di acqua del tuo giardino e di come soddisfarlo al meglio;
  2. singoli componenti;
  3. manodopera, installazione e collaudo.

Come avviene la progettazione tecnica

L’installazione di un impianto di irrigazione per il prato, in particolare se interrato, si compone di molti elementi tecnici, per questo è meglio affidarsi ad un professionista.
Spesso viene realizzato in contemporanea con la costruzione della casa, o prima della progettazione dei giardini, ma può anche essere inserito in seguito.
Il tempo tecnico per renderlo funzionante è di circa tre giorni, per cui rappresenta un impegno sia economico sia logistico; proprio per questo è meglio installarlo una sola volta e nel modo corretto. Se affidi i lavori ad una ditta specializzata, i professionisti stessi si occuperanno della selezione del materiale e della progettazione. Potrai, inoltre, contare sulla loro esperienza. In ogni caso, sarai sempre tu a decidere come configurare il tuo impianto di irrigazione, se preferisci quello interrato (scelta consigliata) oppure a vista, automatico o manuale.

impianto irrigazione giardino costo

Quali sono i componenti indispensabili?

L’obiettivo finale è garantire un corretto apporto di acqua al giardino e alle piante, per cui ogni elemento deve essere scelto in maniera mirata. Vediamo quali sono i componenti fondamentali.

Elettrovalvole

Questi dispositivi idraulici servono per controllare e dosare il flusso d’acqua. Quelle disponibili in commercio sono di diverse tipologie, dimensioni e con diversi meccanismi di funzionamento (elettrici, a batteria, meccanici o manuali).
Le elettrovalvole devono inserirsi alla perfezione nell’impianto e sono responsabili della distribuzione e del flusso di acqua che poi si otterrà.

Centralina

Programma tutte le fasi dell’irrigazione, in particolare i giorni e gli orari in cui l’impianto di irrigazione viene messo in funzione. In commercio si trovano diverse varianti con prestazioni maggiori o minori. Esistono timer e dispositivi a batterie per i rubinetti che gestiscono l’irrigazione, con una piccola elettrovalvola integrata, di solito utilizzati per una sola area.
Ci sono, però, anche centraline installate all’interno dell’abitazione, che gestiscono dalle 4 alle 8 zone, con un’elettrovalvola per ogni area. Quelle da esterno, infine, funzionano nello stesso modo, ma hanno una protezione in stagno per resistere anche all’aperto. L’ultima novità è rappresentata dai programmatori WiFi e Smart. Questi possono essere gestite da remoto, tramite app che si collegano alle stazioni meteo locali, consentendo un enorme risparmio idrico ed energetico. Con la diffusione della domotica, sicuramente questi sistemi saranno sempre più all’avanguardia.

Tubi, raccordi e pozzetti

I tubi in generale sono pensati per fornire una buona resistenza nel lungo periodo. Sono molto spessi, in modo che i piccoli animali non li possano danneggiare, e sono generalmente realizzati in polietilene e interrati.
I raccordi servono per collegare un tubo all’altro e vanno quindi scelti tenendo presente i diametri di questi, oltre alla pressione e portata d’acqua. In commercio ci sono varie tipologie, con materiali e caratteristiche differenti, in modo da essere adatti a qualsiasi tipo di impianto.
Il pozzetto, invece, è una sorta di scatola dove confluisce tutta la gestione del sistema. Permette di verificare con facilità se l’impianto è funzionante. Se ti affidi ad una ditta specializzata, gli stessi professionisti ti indicheranno dove è posizionato.

Il preventivo

I materiali utilizzati e i componenti influenzano il costo dell’impianto di irrigazione. Assicurati che nel preventivo finale siano indicate tutte le voci nel dettaglio. Non considerare solamente la spesa finale, ma anche la qualità del lavoro in relazione al prezzo. Meglio un impianto leggermente più costoso, ma perfetto ed efficiente realizzato da professionisti del settore, di uno economico ma mal funzionante.

Il consumo di acqua: due esempi pratici

L’impianto di irrigazione rappresenta, di per sé, un risparmio nel lungo termine perché consente di razionare di più l’acqua, rispetto al classico tubo.
Un giardino da villetta, di circa 80 m², necessita di 8 irrigatori statici, di cui quattro sugli angoli e i restanti sui lati lunghi, con un consumo di circa 40 l al minuto.
Per un giardino medio grande, di circa 200 m², invece, l’unico impianto di irrigazione possibile è quello composto da 6 irrigatori dinamici, che ruotano, con consumi simili. In generale, sono necessari dai 4 ai 7 litri d’acqua al giorno per metro quadro. Per un giardino medio questo significa, anche in riferimento alla portata dell’impianto, attivare gli irrigatori per massimo 10 minuti in primavera e 20 d’estate.

impianto irrigazione giardino costo

Come risparmiare

Ecco cinque consigli per risparmiare sul costo del tuo impianto di irrigazione:

  • includi nel progetto testine rotanti a basso consumo che riducono l’utilizzo del volume idrico circa del 70%;
  • programma l’irrigazione solamente per il tempo necessario e la sera o la mattina presto, quando ci sono delle fasce di prezzo ridotte;
  • considera l’inserimento di un sistema di recupero dell’acqua piovana ad uso esclusivo per l’irrigazione, con bidoni posizionati sotto le grondaie e attaccati all’impianto di irrigazione o vere e proprie cisterne sotterranee;
  • approfitta degli incentivi del bonus verde: una detrazione del 36% sul costo del tuo impianto di irrigazione.

Contatta i nostri esperti per risparmiare sul costo finale

Ora che hai tutte le informazioni sul costo del tuo impianto di irrigazione, non ti resta che contattare i professionisti per un primo preventivo. Compila la nostra scheda online e riceverai fino a 5 prospetti dai nostri professionisti, in maniera del tutto gratuita e non vincolante. Non devi far altro che indicare il tuo CAP e selezionare la voce “installazione sistema irrigazione” e scegliere la proposta più conveniente per te.